Il giorno in cui sono stato eletto vi avevo chiesto di non lasciarmi solo perché sapevo che fare il Sindaco di Napoli sarebbe stato difficile e che la città avrebbe subito attacchi di ogni genere. In questi giorni mi avete dimostrato che non sono solo.

Grazie a tutti i cittadini "senza potere" che oggi pomeriggio e in questi giorni mi hanno dimostrato il loro affetto e che mi spingono a resistere e a non mollare.

#sindacodistrada #giorno2

Previous post

In tempi record è arrivato, il mio provvedimento di sospensione

Next post

Digitalizzare le professioni per semplificare la vita ai cittadini

You are not authorized to see this part
Please, insert a valid App IDotherwise your plugin won't work.

4 Comments

  1. Alessandra Martinelli
    10 ottobre 2014 at 1:27 — Rispondi

    Buonasera Sindaco,
    Chi le scrive è una comune cittadina, ma che da anni si impegna in prima persona in tutti i modi che le sono possibili, per questa terra che è più che una semplice Città: è una madre…una parte di me, violata e ripetutamente attaccata, denigrata…
    Tra storia e attualità l’ingiusto trattamento, mi permetta mirato, che la nostra città e la nostra gente subisce, mi fa rabbia.
    La rassegnazione di molti, mi ha spesso sconfortato, ma come lei…nel mio piccolo, non mollo.
    Quotidianamente lavoro, parlo lotto per Napoli.
    E non ho mollato nemmeno quando, seppur con un ottima professionalità alle spalle, mi sono ritrovata senza lavoro. Io sono restata qui.Lottando per costruire qui.
    Le dico questo, per farle capire come sia stato importante per me riconoscere finalmente in un Sindaco, per la prima volta in assoluto, quei miei sentimenti di amore, di onestà, di voglia di rivalsa per questa città. Autentica. Finalmente autentica.
    Non ho mai avuto fiducia in nessuno. Né “mitismi” di alcun genere. Sono una che ha mandato a “quell’affollato paese” anche un “importante” Manager mondiale di una notissima Azienda automobilistica internazionale, rischiando il mio lavoro di allora. Perché non ho riverenza per nessuno se non si comporta in maniera degna. E Lei… è il primo leader di cui mi fido. Mi sono fidata ad istinto 3 anni fa. E ciò che in soli 3 anni è riuscito a compiere, nonostante le enormi difficoltà trovate, e quelle messe sul suo cammino, mi hanno dato ragione.
    La rispetto per la sua onestà, per la sua integrità. E soprattutto la ringrazio…Per aver finalmente portato a Napoli risultati veri, per averci ridato la rispettabilità che meritiamo, e per tenere così duro, forte della sua pulizia di persona “dalla schiena dritta” che ama la vera giustizia, e crede in ciò che fa.
    La ringrazio perché sta sopportando, esattamente come questa città, ripetuti attacchi, anche mediatici, e denigratori.
    Lei dice di aver bisogno del nostro sostegno. Io le posso dire che in quella piazza a stringerle la mano c’ero anch’io, ma da cittadina molto attiva nella vita della città, le assicuro che dalla sua parte c’è molta, ma molta, più gente di così.
    E che siamo noi ad avere ancora più bisogno del suo di sostegno…Tanta parte dei napoletani ha proprio bisogno di un esempio come il suo, per credere che non mollando, con il coraggio dell’onestà, possiamo riappropriarci di quanto ci spetta. Anche contro un sistema che non vuole.
    La palese ingiustizia di cui è vittima, la vedrà vincente. Di questo sono certa.
    E’ difficile, è doloroso, ma non molli…Se è tanto attaccato, è perché è nel giusto.
    Le rinnovo tutto il mio sostegno, e il mio grazie…di cuore.
    Alessandra Martinelli

  2. 10 ottobre 2014 at 2:00 — Rispondi

    Egr. dott. de Magistris,
    La “seguo” da qualche anno e a volte mi son permessa di disturbarLa con qualche commento, che penso non sia riuscito a leggere, vista la mole di lavoro a cui si sottopone. Va da sé che le vicende degli ultimi tempi mi hanno colpito ed addolorato ma, purtroppo, non sorpreso, poiché mi ricordo bene il polverone sollevato dalle sue inchieste calabresi ed ho notato lo stillicidio di nefandezze che le hanno rovesciato addosso e che ha raggiunto il culmine giorni fa.
    Auguro pertanto a Lei ed alla sua/nostra Napoli ogni bene e non aggiungo nulla per scaramanzia.
    Adelaide Curatola

  3. Alessandra Martinelli
    30 ottobre 2014 at 13:42 — Rispondi

    Con gioia volevo darle il BENTORNATO! Il primo ostacolo è abbattuto…ma non avevo dubbi! Come non ho dubbi che questo sia solo il primo passo verso la vera giustizia!

  4. Alessandra Martinelli
    21 novembre 2014 at 0:14 — Rispondi

    Altro ostacolo abbattuto! Altra vittoria sua…il che vuol dire vittoria di Napoli. Perché lei è in assoluto il primo che non delude, che non demorde, che…ama Napoli davvero. Si vede, si sente, si legge nei suoi occhi, nei suoi gesti…E per questo non la ringrazierò mai abbastanza. Amando davvero Napoli come un degno figlio di questa terra, lei è, e sarà sempre più amato, dagli altri figli di questa magica città. La sua passione mi fa credere nella rinascita, la sua onestà mi rende orgogliosa di essere finalmente degnamente rappresentati e tutelati, la sua tenacia mi fa credere nella vittoria sua e di questa terra. Gioisco con lei. Grazie… Lei per me è il primo vero Sindaco.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *